Napoli, la movida finisce in sparatoria: tafferugli e feriti sul lungomare

0
28

Mergellina, zona degli chalet, decisamente famosa e frequentata dagli amanti della movida: è questo il background dell’ultimo episodio occorso a Napoli durante l’ultima notte.

Sparatoria

Il tutto è accaduto di fronte al lungomare della città, zona molto nota per la numerosa presenza di locali notturni come chalet, nei pressi dello Chalet delle Rose, notoriamente molto affollato anche a tarda sera: alle 4.30 circa una persona, attualmente in fase di identificazione, avrebbe aperto il fuoco per motivi non del tutto certificati, forse a causa di uno sguardo di troppo ad una ragazza. Ciò è stato sufficiente perchè due individui di 37 anni, originari di Torre del Greco e successivamente segnalati come pregiudicati dalle forze dell’ordine aprissero il fuoco di risposta all’autore dell’apprezzamento, che di tutta risposta avrebbe causato la reazione, sempre attraverso arma da fuoco di un terzo individuo che avrebbe mirato a uno dei due, colpendolo al fianco ed al polpaccio sinistro in maniera non grave (è stato successivamente condotto all’Ospedale del Mare per accertamenti).
La selva di proiettili hanno nel mentre colpito due ragazzi di 21 anni, napoletani e  totalmente estranei alla vicenda e totalmente incensurati che erano presenti a poca distanza e che sono stati colpiti rispettivamente al polpaccio destro e al ginocchio destro, ed entrambi sono stati condotti in due strutture ospedaliere, uno al San Giovanni Bosco, con un frammento di proiettile in un ginocchio, mentre il secondo al Fatebenefratelli.

Identificazione

E’ riuscito a dileguarsi dalla zona il primo che ha iniziato la sparatoria notturna sul lungomare, con le forze dell’ordine che sono sulle sue tracce da ieri sera. La testimonianza dei due uomini originari di Torre del Greco potrebbe essere decisiva per la cattura e l’identificazione del primo che ha di fatto scatenato tutto. Vista la zona particolarmente affollata e frequentata la vicenda poteva avere conseguenze decisamente più gravi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here