Il Branco di Colleferro denunciato per aver usufruito del Reddito di Cittadinanza

0
128

Nuovi guai per il “branco”, com’è stato definito, gli oramai quattro individui responsabili della morte di Willy Monteiro Duarte, il giovane di 21 anni, vittima di una brutale violenza sfociata dopo una rissa: per le persone accusate di omicidio ora è scattata una denuncia per aver percepito in maniera illecita il Reddito di Cittadinanza.

Denuncia

Nelle ultime ore è emerso che tramite un’indagine operata dalla Guardia di Finanza di Colleferro che ha denunciato Marco e Gabriele Bianchi, Francesco Belleggia e Mario Pincarelli per violazione della legge che regola il reddito di cittadinanza alla procura di Velletri e li ha segnalati all’Inps per il recupero della somme. I diretti interessati infatti durante la compilazione delle autocertificazioni avrebbero volontariamente omesso dettagli relative alle condizioni personali da poter così accedere agli aiuti pecuniari, nel dettaglio la somma incassata si aggira intorno ai 33mila euro, e oltre 28mila dovranno essere recuperati. Il legale dei fratelli Bianchi, Massimo Pica riferisce che i propri assistiti non hanno mai usufruito del Reddito di Cittadinanza e di non conoscerne neanche i dettagli per poterne usufruire.

La difesa di Di Maio

L’ex capo politico del Movimento 5 Stelle, la principale forza politica che ha contribuito alla creazione del Reddito di Cittadinanza è stato informato su quanto emerso, ritenendo inaccettabile che dei presunti assassini abbiano potuto accedere a somme di denaro pur non possedendone i requisiti necessari, manifestando un certo disagio nel costatare come una forma di supporto ai meno fortunati come il RdC venga costantemente attaccata e messa in dubbio nella sua efficacia. Allo stesso tempo l’attuale Ministro degli Esteri ha sollecitato maggiori controlli, non solo per quanto riguarda il RdC ma in generale sull’aspetto fiscale, visto che i quattro indagati sono risultati praticamente indigenti, e quindi  non hanno versato tasse al governo in questi anni. L’attacco di Di Maio al Reddito di Cittadinanza è stato definito campagna di una diffamazione politica.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here