Notte di terrore per Fedez | Il rapper pedinato ha chiamato la polizia

Notte di terrore per Fedez, il quale ha dovuto chiamare la polizia tramite la sua guardia del copro poiché si è accorto di essere seguito da un Suv che si è mostrato molto sospetto. Fortunatamente sono arrivati in fretta per capire cosa stesse accadendo e la cosa è finita senza nessun danno, anche se il rapper vuole arrivare fino in fondo a capire il motivo.

In questo periodo è molto concentrato nell’iniziativa chiamata Scena Unita, finalizzata a raccogliere dei fondi per i lavoratori nel mondo dello Spettacolo. Insieme a molti suoi colleghi è riuscito a mettere da parte fino a due milioni e mezzo di euro per questo settore che a causa del Covid-19 si trova in una difficoltà inaudita.

Notte di terrore per Fedez

Nonostante l’emergenza sanitaria data dalla pandemia che da quasi un anno ci ha colpito, Fedez si sta muovendo nel suo lavoro, ma soprattutto per rendere onore a tutte le persone che lavorano dietro le quinte degli spettacoli e degli eventi. Il settore è uno dei più colpiti visto che da tempo non si possono organizzare concerti, ma dobbiamo ricordarci che dietro vi sono migliaia e migliaia di persone che vivono di questo. Così è stato proprio il rapper ad organizzare e creare una cerchia di artisti che, assieme a lui, hanno donato, rendendo soddisfatto ed orgoglioso il marito della Ferragni.

Notte di terrore per Fedez
Fedez

Ma è accaduto qualcosa che lo ha scosso molto, rompendo questo periodo di grande felicità visto anche la notizia della sua seconda figlia. Nella sera del 26 Novembre, Fedez si trovava nella sua macchina di ritorno dal lavoro con tanto di autocertificazione visto l’orario, erano le dieci e mezza circa. Ad un certo punto ha notato qualcosa di sospetto, un Suv dietro di lui lo stata seguendo da ormai diverso tempo. Erano venti minuti che qualcuno aveva deciso di pedinare il rapper, che spaventato ha deciso di chiamare la sua guardia del corpo non sapendo bene come procedere.

Il rapper pedinato ha chiamato la polizia

Il tutto è stato riportato dal Corriere della Sera, il quale ha riferito che dopo la chiamata alla sua guardia del corpo personale quest’ultimo in un secondo ha riferito tutto al 112. Così la polizia si è affrettata a raggiungere Fedez per fare un controllo della situazione e da quanto si è evinto sembrerebbe che colui che lo stava seguendo era un investigatore privato, il quale però ha smentito le accuse. In quel momento il rapper è sceso dalla sua macchina e ha avuto una reazione piuttosto accesa, correndo verso il Suv e ha chiesto chi fosse e perché lo stesse pedinando.

Notte di terrore per Fedez
Fedez

In aggiunta, sempre il Corriere, avrebbe dichiarato:” Poi gli tira uno schiaffo attraverso il finestrino. Gli agenti scendono e riescono a riportare la calma”. Il 19enne si è subito difeso affermando di star percorrere la sua stessa strada poiché la sua abitazione si trovava lì vicino. Subito la polizia ha cercato di calmare le acque e di riportare il padre di Leo in uno stato di calma. Confermato dagli agenti, i due non si conoscono, ma pare che il cantante fosse a conoscenza, o comunque, avrebbe sentito parlare del padre del ragazzo, il quale avrebbe fatto alcune ricerche sulle sue società. Anche se nessuno dei due ha sporto denuncia, le indagini continuano per capire il motivo di questa coincidenza strana ed a occuparsi di questo è il Dipartimento di stalking del Fatebenefratelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *