Armando Incarnato prima di Uomini e Donne: “Capodanni davanti alla tv”

Armando Incarnato si racconta prima di Uomini e Donne e spiega quanto il periodo natalizio per lui sia stato complicato ma soprattutto triste. Così il cavaliere del parterre maschile decide a cuore aperto di spiega le sue emozioni e di come, spera che questo Natale sia completamente diverso da quelli precedenti.

A Uomini e Donne magazine, il cavaliere si lascia andare a un lungo sfogo mettendo da parte il suo carattere forte e mostrando in maniera molto evidente alcune mancanze e alcune sofferenze che, nel corso degli anni ha dovuto affrontare. Quali sono state le parole di Armando Incarnato?

Armando Incarnato prima di Uomini e Donne

Il cavaliere del parterre maschile di Uomini e Donne ricorda il suo periodo natalizio e alcuni momenti importanti della sua vita legati proprio al Natale. Armando Incarnato afferma che: “Raramente ho trascorso un Natale felice, a parte quelli della mia infanzia quando forse neanche capivo il vero e proprio significato di questa festa. Il tutto era ridotto ai regali e ai giorni di paura dalla scuola, e ovviamente quelli trascorsi con la madre di mia figlia. Il Natale è famiglia, un periodo in cui si deve dare valore agli amori importanti, dove la gioia vera è quella di poter dire: voglio stare con te, con voi. […] Mi son ritrovato quasi sempre a casa con persone estranee, con gente che nemmeno sapevo chi fosse, lontano dagli affetti, da mia figlia, da tutto”.

Armando Incarnato prima di Uomini e Donne

Armando Incarnato spiega così uno dei momenti difficili della sua vita: Ho passato parecchie volte il Natale da solo e parecchi capodanni davanti alla tv, momenti bui ma di piena riflessione e pulizia d’animo. Vorrei tanto risentire il calore, quello vero, che avverti anche sulla neve o al mare d’inverno. Vorrei trascorrere le feste con mia figlia Michelle e sua madre. Con la mia famiglia e con quella della mamma. Con tutte le zie e con tutti i nonni. Vorrei tante cose impossibili da realizzare. Vorrei il Natale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *