Clarissa Marchese primo Natale da mamma: “cresce in fretta, cresce troppo”

Clarissa Marchese racconta il suo primo Natale da mamma insieme a suo marito Federico Gregucci. La ex coppia di Uomini e Donne ha coltivato il suo amore arrivando a sposarsi ma soprattutto a mettere su famiglia nel corso di questi ultimi anni. La piccola Arya ha così unito ancora di più il loro legame che ormai sembra indistruttibile.

La coppia a causa del Covid-19 e degli ultimi avvenimenti accaduti a Miami, ha deciso di tornare a vivere in Italia riuscendo a trovare casa a Montevarchi. Entrambi però, hanno deciso di trascorrere le feste natalizie in Sicilia insieme ai parenti e alla famiglia di Clarissa. Intervistati dal Uomini e Donne magazine, la coppia piega così il loro primo anno da genitori, quali sono state le loro parole?

Clarissa Marchese e il suo primo Natale da mamma

La ex tronista di Uomini e Donne ha così spiegato all’interno del magazine la sua grande felicità nonostante il periodo storico che il mondo sta attraversando: “Trascorreremo le feste nella mia terra. La grande notizia è che abbiamo comprato casa a Montevarchi. Ora però siamo qui in Sicilia, io, Fede e Arya, accanto ai miei, coccolati da tutta la famiglia e gli amici di sempre. Arya è circondata d’amore ed è sempre più felice. L’unico rammarico è che la piccolina cresce in fretta, cresce troppo: ha nove mesi è già dice “papà” e “mamma”. Quando è triste e si lamenta chiama me, quando è felice invoca Fede”.

Clarissa Marchese primo Natale

Clarissa Marchese spiega così come trascorreranno il loro primo Natale da genitori: “L’idea è rimanere qui: faremo qualcosa di intimo e ristretto. Mi mancheranno le lunghissime tavolate, noi di solito durante le feste eravamo almeno in trenta. Tradizionalmente, a casa mia, a cucinare ci pensano le donne di casa: mamma, nonne, zie, loro sono bravissime, io meno. Ma prima o poi vorrei provarci a preparare un intero pranzo di Natale, magari il prossimo anno!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *