Attenzione a mangiare i cracker perché fanno alzare la glicemia. Vuoi sapere perché?

Non tutti sanno che i cracker fanno alzare la glicemia. In realtà la pubblicità li fa conoscere come un alimento sano e leggero. Chi vuole tenere , però,sotto controllo la glicemia deve stare molto attento nel mangiare questo cibo. Intanto non saziano e poi stimolano quell’appetito che, invece, dovrebbero spegnere. Sapete perché succede tutto questo? Sapete perché dopo averli mangiati ci fanno subito tornare la fame? Proprio perché i cracker fanno alzare la glicemia. La fame subito dopo averli mangiati, infatti, è proprio la conseguenza alla glicemia che si alza e poi si abbassa bruscamente. Attenzione quindi ai cracker che vengono proposti dall’industria alimentare come lo spezza fame ideale. Alla fine sono un alimento industriale che stimola l’appetito anziché placarlo.

Attenzione perché i cracker apportano più calorie del pane e possiedono anche più carboidrati. Mangiare i cracker, insomma, non è vero che fa dimagrire. Contengono molti grassi ed anche alcuni grammi di sale aggiunto. Alla fine mangiare i cracker al posto del pane quando si è a dieta non ha alcun senso. A dirlo non siamo noi ma il sito “Humanitas salute”. A parità di peso, infatti, i cracker contengono più calorie del pane. Il problema sta in un fatto semplicissimo. Per rendere più gradevoli i cracker, che sono dei prodotti secchi, vengono aggiunti zuccheri e grassi che, invece, non si trovano nel pane. I cracker, così come avviene con gli alimenti, se vengono consumati con attenzione non fanno ingrassare.

Andiamo a vedere allora che cosa contengono i cracker. Mediamente contengono 14 grammi di grassi. I carboidrati possono superare anche i 66 grammi ogni 100 grammi di prodotto. Il sale a volte raggiunge anche i 2,5 grammi ogni 100 grammi. Lo zucchero  aggiunto può raggiungere i 7 grammi ogni 100 grammi che tradotto significa 2 cucchiaini. Tutti valori di gran lunga superiori a quelli del pane. Quando è fatto a regola d’arte con acqua, farina, lievito e un pò di sale in genere si trovano circa 50 grammi di carboidrati, e non ci sono grassi.

E c’è di più: alcuni ingredienti dei cracker possono anche fare male. Sono gli ingredienti che vengono utilizzati in genere per garantire il gusto e la conservazione degli alimenti preconfezionati. Quali in particolare? ve ne elenchiamo alcuni. Il bromato di potassio, lo sciroppo di fruttosio e la L-cisteina, un agente ammorbidente che viene prodotto artificialmente. Il bromato di potassio è una sostanza dannosa sia per l’uomo che per gli animali. E’ nocivo per la salute in quanto potrebbe danneggiare il Dna e le membrane cellulari. Ecco perché alcuni alimentaristi sostengono che i cracker possono rivelarsi come un prodotto scadente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *