Alessandro Siani, chi è: ultimo film, moglie e figli, Instagram

Alessandro Siani è un comico, attore, regista e produttore cinematografico italiano. Il suo è un cognome d’arte, scelto per omaggiare la scomparsa del giovane giornalista napoletano Giancarlo Siani, ucciso dalla camorra nel 1985, quando l’attore aveva 10 anni. È il regista e protagonista principale del film “Si accettano miracoli”, nel quale il suo personaggio si innamora di Chiara, interpretata da Ana Caterina Morariu.

Chi è Alessandro Siani

  • Nome: Alessandro
  • Cognome: Esposito
  • Data di nascita: 17 Settembre 1975
  • Luogo di nascita: Napoli, Italia
  • Profilo Instagram: Alessandro Siani non ha un profilo Instagram
  • Segno zodiacale: Vergine

Alessandro Siani: ultimo film

L’ultimo film girato da Alessandro Siani, Chi ha incastrato Babbo Natale?, ha visto la sua uscita rimandata alla fine del 2021 a causa dello stop alle riprese imposto dalla pandemia. In questo film Siani torna a recitare accanto a Christian De Sica, riformando la coppia de Il principe bugiardo. L’ultimo film di Siani resta tuttora, quindi, “Il giorno più bello del mondo”, uscito nel 2019 ed accolto non particolarmente bene dalla critica.

Alessandro Siani: moglie e figli

Le notizie sul matrimonio di Alessandro Siani sono tra le più ricercate in rete da parte dei suoi fan: questo perché il comico partenopeo è sempre stato estremamente riservato sulla sua vita privata. Il nome della moglie è tuttora sconosciuto, nonostante Alessandro abbia dichiarato che si siano conosciuti quando erano giovani e abbiano vissuto momenti fantastici assieme fino alle nozze. Queste sarebbero avvenute nel 2008: la coppia ha avuto due bambini.

Alessandro Siani: Instagram

Alessandro Siani non ha un account Instagram ufficiale e verificato. L’attore preferisce non condividere pubblicamente foto e contenuti con i propri fan. Ciò nonostante è possibile seguire alcune fanpage aperte dai suoi fan: @alessandrosianiofficial ha più di 200mila followers, mentre @alessandrosiani.news ne ha circa 187mila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *