Un contorno tipico genovese per degli spinaci golosi: ecco cosa occorre

Gli spinaci sono degli ortaggi molto versatili e dai numerosi benefici, oggi prepareremo gli spinaci alla genovese, un contorno semplice e veloce da preparare, perfetto per accompagnare sia piatti di carne che di pesce, ma anche uova o formaggi. Vi dirò la verità, non ero a conoscenza di questa ricetta, sfogliando un libro da cucina l’ho notata e ho deciso di condividerla con voi, che magari come me non la conoscete.

Spinaci alla genovese – INGREDIENTI

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 kg di spinaci
  • 50g di uvetta
  • 50g di pinoli
  • 4 acciughe
  • Prezzemolo tritato
  • Olio evo
  • Sale
  • Pepe

Spinaci alla genovese – PREPARAZIONE

Come prima cosa mettete l’uvetta in acqua tiepida per 10 minuti, in questo modo la farete rinvenire.

Intanto che l’uvetta si ammorbidisca, occupatevi degli spinaci, dovete pulirli e lavarli con cura.

Metteteli in una casseruola e fateli appassire, senza aggiungere acqua, rilasceranno stesso l’acqua di vegetazione. Quando saranno cotti, strizzateli per eliminare il resto dell’acqua.

In una padella fate scaldare quattro cucchiai di olio evo e fateci sciogliere dentro le acciughe precedentemente dissalate, quindi passatele sotto l’acqua corrente.

Quando le acciughe saranno sciolte, aggiungete anche gli spinaci, il prezzemolo, il sale e il pepe.

Fate cuocere e poi unite anche l’uvetta strizzata e i pinoli.

Fate cuocere per altri 10 minuti, a fuoco basso. Ora gli spinaci alla genovese sono pronti per essere impiattati e serviti.

Spinaci alla genovese – CONSIGLI

Vi consigliamo di servire questo contorno caldo o tiepido. Potete preparare gli spinaci anche in anticipo, ma scaldateli prima di servirli. Per un antipasto o aperitivo semplice e veloce, comprate un rotolo di pasta sfoglia, e utilizzate gli spinaci, come farcitura, magari aggiungete anche due uova sbattute, verrà una sorta di torta rustica. Potete anche utilizzare gli spinaci surgelati o imbustati, in questo caso, però, dovete comunque lavarli bene prima di cuocerli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *