Questi due euro valgono 2500 euro: ecco quali sono

Nella sua ancora “giovane vita”, l’Euro, ossia la moneta unica europea adottata finora da 19 paesi, si è già sviluppata in un numero decisamente elevato di varianti estetiche, che unite ai diversi “tagli” di monete e banconote hanno dato vita ad una sorta di mega collezione sempre in aggiornamento: in quasi 20 anni dall’arrivo dell’Euro infatti ogni paese ha adottato un aspetto differente per ogni tipologia di monete, e in quasi tutti i casi nel corso del tempo queste hanno cambiato forma una o due volte, subendo dei veri e propri restyling. Dal punto di vista collezionistico sono particolarmente interessanti gli Euro Commemorativi, ossia le monete realizzate solitamente in un numero limitato e coniato per omaggiare date importanti o ricorrenze di un certo livello: non è un caso che questa tipologia sia quella più ambita anche per una questione di valore economico.

2 euro di valore

Essendo le monete commemorative quelle considerate “speciali”, il più delle volte godono di un trattamento particolare e quindi si presentano il più delle volte in uno stato di conservazione migliore rispetto a quelle “circolanti”: ogni paese ha sviluppato una propria schiera di monete commemorative, quasi sempre il “taglio” scelto è quello dei 2 euro, rappre
La moneta da 2 euro con il valore economico più alto in termini di collezionismo è sicuramente quella coniata nel 2007 dal Principato di Monaco, in tiratura limitata, per omaggiare l’attrice nonchè sposa del Principe Ranieri di Monaco. La moneta in questione è stata realizzata in occasione del 25esimo anniversario della scomparsa di Grace Kelly.

2 euro Grace Kelly

Proprio quell’anno il principato decise di omaggiare la star di Hollywood divenuta parte della nobiltà monegasca: la principessa, venuta a mancare nel 1982 prematuramente a seguito di un incidente stradale ha infatti ricevuto la dedica commemorativa, concretizzata in una serie di monete da 2 euro recante il suo profilo. La tiratura è di 20.001 monete, ciascuna venduta in un cofanetto esclusiovo con tanto di documento per attestarne la validità. Il prezzo di costo originale era di 2500 euro, mentre la valutazione “di costo” è scesa mediamente a 1800-2000€ anche se gli esemplari Fior di Conio hanno già subito una netta ripresa e sono destinati a valere sempre di più: la limitata tiratura nonchè l’esclusività della moneta in questione l’ha già resa una sorta di “feticcio”, che si è tradotto in un mercato di falsi e imitazioni. Inoltre non è raro veder venduto qualche esemplare di questa moneta a cifre già superiori in svariate aste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *