Fino a 4000 euro se hai questa banconota: ecco qual è

Nella lunghissima storia della lira italiana, spiccano numerosi esemplari di monete e banconote che hanno fatto decisamente la storia del nostro paese: spesso oggi la “vecchia valuta” italiana viene ricordata con un velo di nostalgia perchè spesso associata a momenti relativi alla nostra giovinezza. L’arrivo dell’Euro nel 2002 ha inevitabilmente reso “pezzi da museo” pressochè ogni banconota e moneta del vecchio conio ma ancora oggi a distanza di quasi 20 anni sono in molti a conservare molte banconote e monete in primis per un fattore affettivo ma non solo.

Banconota di valore

Esattamente come ogni pezzo da collezione, anche le monete e le banconote hanno maggior valore collezionistico in base alla rarità ed allo stato di conservazione del conio.
L’entrata in vigore della moneta unica ha ovviamente aumentato la rarità delle lire, ma la stragrande maggioranza di esse non hanno un valore particolarmente elevato proprio perchè ancora diffuse seppur fuori corso.

Alcuni esemplari particolari, solitamente molto rari per i più disparati motivi oggi possono valure una piccola fortuna, prendiamo ad esempio in esame un tempo la “comune” banconota da 2000 lire, recante l’effige di Guglielmo Marconi, che ha iniziato ad essere prodotta in questa versione a partire dalla metà degli anni 70 del Novecento.

Oltre 4mila euro

Una tipologia particolare di questa serie di banconote, denominata XA è stata prodotta in un numero di esemplari molto più basso rispetto ad altre annate (viene infatti considerata di livello rarità R3) e se in condizioni Fior di Stampa vale oltre 4000 euro. Fior di Stampa indica uno stato di conservazione tendente al nuovo, senza segni di usura, anche ridotti.
Basta infatti poco per “intaccare” il valore della banconota fino a dimezzarlo o anche ridurlo di oltre la metà o ancora meno. Una banconota di questa serie in condizioni molto buone non supera i 700 euro, valore comunque non da disprezzare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *