Se vedi questi due centesimi non buttarli: ecco quanto valgono

Dal 2002 l’Euro ha preso il posto delle valute storiche europee dei membri che hanno scelto di “rimpiazzare” le varie lire, marchi, franchi e quant’altro. Quasi improvvisamente tutti abbiamo dovuto avere a che fare con un numero non indifferente di nuove monete e banconote che hanno assunto un valore sempre differente dal conio utilizzato in precedenza.

Nel nostro paese delle iniziali 8 monete, si è rapidamente passati ad utilizzarne “solo” 6: quelle da 1 cent 2 cent sono infatti state rapidamente accantonate sia per lo scarso valore che per la forma decisamente poco pratica, date le dimensioni molto ridotte. Da circa un decennio quindi l’Italia ha smesso di produrre questa tipologie di monete.

2 centesimi di valore

La moneta da 2 centesimi, tutt’ora realizzata in gran parte dei paesi dell’Unione, anch’essa mai particolarmente amata nel formato può raggiungere valori decisamente interessanti sopratutto in caso vi imbattiate in esemplari rari come la moneta da 2 centesimi coniata in Vaticano nel 2002, prodotta in 67.000 e che può valere, se in condizioni Fior di Conio, fino a 100 euro.

Errori di conio

Particolarmente interessante è la moneta da 1 centesimo che sono state coniate per errore con la Mole Antonelliana, solitamente riportata sulla moneta da 2 centesimi: questa, se in eccellenti condizioni vale dai 2000 ai 3000 mila euro, mentre all’asta ha raggiunto valutazioni anche più elevate. In sostanza si tratta di una moneta da 2 centesimi che da un lato riporta impresso la simbologia numerica di 1 centesimo, come riporta l’immagine qui sotto.

1 centesimo_mole 2 centesimi

Interessanti anche le monete da 1 centesimo senza coniatura su uno dei lati, sempre a causa di un errore: queste possono arrivare valere fino a 500 euro se in condizioni Fior di Conio essendo particolarmente rare e preziose, anche perchè si tratta di un formato monetario che non è stato mai particolarmente amato dalla popolazione e quindi viene osservato con poca attenzione quando non addirittura gettato senza tanti complimenti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *