Se trovi Caravaggio su una banconota puoi diventare ricco

Michelangelo Merisi, conosciuto sopratutto come Caravaggio, turbolento e talentuosissimo artista dell’epoca rinascimentale, ha avuto “l’onore” di apparire su un particolare tipo di banconota italiana per quasi trent’anni: la 100.000 lire nella sua ultima versione infatti reca l’effige del pittore.

La banconota “Caravaggio”

Caravaggio banconota

Questa particolare banconota, realizzata partire dai primi anni 80 ed utilizzata fino alla dismissione dell’euro, si suddivide in due serie: la prima, realizzata nel 1983, presenta le firme di Carlo Azeglio Ciampi sotto la dicitura Il governatore, ed è stata stampata fino al 1993. A partire dall’anno successivo infatti la 100.000 lire fu soggetto di restyling grafico, incentrato su una colorazione più accesa dello sfondo. La “seconda serie” è stata stampata fino al 2001 ed è risconoscibile per la firma di Antonio Fazio.

Tutte gli esemplari, sia della prima che della seconda serie che presentano la lettera A prima del seriale fanno parte della serie “ordinaria”, mentre quelle che hanno la X sono della serie “sostitutiva”, sviluppate per sostituire i pezzi precedenti difettosi. Queste ultime sono sensibilmente più rare e a seconda delle condizioni un esemplare vale tra i 10 e i 150 euro, anche se quest’ultima cifra si raggiunge solo in caso di condizioni Fior di Stampa. Se si tratta di una banconota della prima serie il valore può superare i 200 euro, se in condizioni sempre Fior di Stampa.

Anche per le 100.000 lire l’unicità paga: seriali con numeri consecutivi o tutti uguali contribuiscono a rendere un singolo esemplare ancora più raro e prezioso.

Qual’è la più rara?

Sicuramente quelle che fanno parte della prima serie datata 1983, sviluppata sotto il Bettino Craxi: le più rare appartengono allo “stock” riconoscibile dal numero di serie che inizia per AA e termina sempre con una A.
Gli esemplari di questa particolare sotto serie sono i più rari, essendo stati classificati con la dicitura R3 (raro di livello 3), il che porta una di queste banconote, se mantenute in condizioni perfette, a valere fino a 5000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *