Ecco il codice da cercare sulla banconota: puoi diventare ricco

La numismatica, ossia la collezione e lo studio di monete e banconote è da sempre uno dei principali hobby conosciuti, e con l’arrivo dell’euro e un grande numero di esemplari totalmente nuovi che hanno invogliato numerosi collezionisti in erba a cercare monete e banconote particolarmente rare. Le banconote spesso sono meno considerate in quest’ambito perchè formalmente tengono a degradarsi più facilmente rispetto alle monete realizzate in metallo.

Il “codice” della banconota

Ogni banconota dell’era moderna, indifferentemente dalla nazione, presenta un numero di serie, definito anche codice che normalmente è costituito da una serie di lettere e numeri, creato appositamente per identificare ogni singola banconota, non esistendone due con lo stesso seriale. Per quanto riguarda le banconote italiane, che siano esse vecchie lire o euro, queste presentano la dicitura nell’angolo sinistro inferiore di ogni lato della banconota che inizia con due lettere, poi presenta una serie di cifre e termina con un’altra lettera. Nel caso delle vecchie lire, sopratutto per le banconote da 50.000 e 100.000 lire, particolari lettere definiscono il grado di rarità della banconota, dato che specifiche sotto serie sono più rare di altre.

Le cifre presenti nel seriale sono comunque considerate le più importanti per la valutazione di un esemplare: spesso i numeri di serie continuativi come 1234567 oppure quelli composti da poche cifre o anche solo una aumentano di molto il valore collezionistico di una banconota.

La banconota specimen

specimen banconota scritta codice

Le banconote Euro più rare in assoluto sono quelle definite Specimen, ossia quelle sviluppate in un numero limitatissimo di esemplari, create per il presidente della Banca Nazionale Europea oppure per personalità politiche  importanti. Queste sono facili da individuare, qualora si avesse la fortuna di trovarne una: sul retro presentano la scritta in rosso Specimen. Si tratta di esemplari rarissimi e per questo molto “danarosi” : le banconote da 5 e 10 euro valgono tra i 750 e i 1500€, le 20 e 50 euro valgono tra i 1200 e i 2000€ ma il valore più alto è quello delle banconote da 100, 200 e 500 euro che se in ottime condizioni superano agevolmente i 1500 euro per arrivare a valere 2500 euro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *