Francobolli rari: se hai questo guadagni 2 milioni di euro!

La filatelia è uno degli hobby riconosciuti più antichi del mondo, e grazie alla diffusione di internet gli appassionati di francobolli hanno trovato spazio i rete, rendendo possibili scambi e valutazioni in maniera molto più immediata rispetto al passato. Insomma, collezionare questo tipo di oggetti non è mai realmente passato di moda, anzi anche i più giovani hanno iniziato ad appassionarsi ai francobolli.

Come tutti i collezionabili, anche la filatelia ha i propri esemplari definibili “di riferimento”, e si tratta solitamente di esemplari molto rari, in alcuni casi contraddistinti da errori di stampa o altre caratteristiche che hanno reso unico un determinato francobollo.

Treskilling giallo

L’unicità paga, ma anche l’importanza storica: come abbiamo già discusso in relazione ad alcuni esemplari, alcuni francobolli possono valere cifre molto interessanti, ma uno dei più rari e preziosi è sicuramente il Treskilling giallo, ossia Tre Scellini, nome svedese che deriva dal valore di questo francobollo datato 1855. Ad oggi è un pezzo unico e probabilmente è il francobollo più prezioso e “danaroso” in assoluto, visto che è stato venduto all’asta nel 2010 per una cifra pari a 2 milioni di euro.

Perchè vale così tanto?

Il background storico è particolare ed ha reso il Tre Scellini giallo una sorta di feticcio per gli appassionati, al punto che ha condizionato il mondo della filatelia ed ha avvicinato numerosi appassionati. Questo esemplare sarebbe dovuto essere di colore verde ma a causa di un errore il colore è per l’appunto giallo. Questo fu scoperto da un ragazzino, che all’epoca notò proprio la differenza cromatica su una lettera e decise di rivenderlo presso alcuni collezionisti.

Nel corso degli anni acquisì sempre più valore, e fu acquisito dallo Stato Francese e anche dal re di Romania Carlo II fino agli anni 90 dove è ritornato in possesso di appassionati molto facoltosi.

Il valore è probabilmente destinato ad aumentare ulteriormente.

francobolli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *