Prelievi con la Postepay: ecco l’incredibile novità. “Assurdo, attenzione!”

Postepay per molti significa semplicemente la prepagata distribuita da Poste Italiane, tutt’ora la più utilizzata e popolare del nostro paese, ma in realtà con la nomenclatura Postepay si identifica oggi una società per azioni sempre collegata alle Poste ma separata, attiva dal 2018 e comprendente, oltre alle carte ricaricabili e relativo supporto, anche Postemobile, il servizio di telefonia mobile di Poste Italiane.

Nel corso degli anni Postepay è divenuta quindi la “costola tecnologica” delle Poste e la famiglia delle prepagate si è ampliata sia nelle varianti che nelle funzioni, e lo stesso è avvenuto per l’app omonima che presenta diverse funzionalità che, al seconda del tipo di carta associata, permettono di effettuare più o meno operazioni.

Postepay, le funzionalità

Ad esempio la Evolution, dotata di IBAN che permette la ricezione e l’invio di bonifici, permette queste funzioni proprio tramite l’app, che può essere utilizzata anche per piccoli scambi di denaro tra utenti Postepay, il pagamento di bollettini, oltre a consentire il pagamento tramite Google Pay, così da poter utilizzare lo smartphone dotato di NFC come la carta stessa.
Queste novtità hanno permesso ai prodotti citati di rimanere competitivi sul mercato, grazie anche a funzionalità legate a ricarica e prelievo di contanti da sempre molto semplici da effettuare.

Prelievi con Postepay

postepay prelievo

In molti sfruttano le capacità analoghe a quelle di un conto “low cost” di Postepay, anche per poter rapidamente caricare una di queste prepagate sia attraverso gli uffici postali che ricevitorie abilitate: la situazione relativa ai prelievi e relativi limiti andrà incontro a nuovi limiti imposti per ogni carta prepagata/di debito, anche se per adesso la situazione aggiornata relativa alle commissioni è la seguente:

  • 1,00 euro dallo sportello delle Poste (Postamat)
  • 1,75 euro da ATM bancario abilitato, in Italia e Paesi Euro
  • 5,00 euro da ATM bancario abilitato, Paesi non Euro + 1,10% dell’importo del prelievo

Dal 1 gennaio 2021 il limite per i pagamenti contactless senza PIN passa dagli attuali 25,00 euro a 50,00 euro per ciascuna transazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *