Bitcoin, Ethereum o Ripple? Su cosa investire oggi: ecco l’analisi

Da “valute per appassionati di tecnologie” a realtà regolarizzate e maggiormente accettate, le criptovalute hanno subito un’evoluzione così profonda da mutare radicalmente l’idea stessa di questi sistemi economici nell’immaginario collettivo in un modo che è semplicemente impossibile da ignorare.

Questo perchè le crypto “principali”, così come le altcoin (ossia quelle nate dopo Bitcoin, che è la “progenitrice”) rappresentano una parte importante dell’economia anche sono viste sempre con un occhio maggiormente critico da una parte degli investitori. Tuttavia è indubbio che sempre più persone abbiano scelto di investire anche ingenti somme in una o più criptovalute.

Su quali crypto conviene investire attualmente? Ecco un’analisi relativa a 3 valute decisamente differenti tra loro.

Bitcoin

Resta la crypto di riferimento, avendo di fatto inaugurato la criptovaluta in senso assoluto: la versione “stabile” è stata sviluppata nel 2009 ma solo negli ultimi anni è riuscita a raccogliere consensi più che discreti, rappresentando un po’ tutta la categoria. Dopo aver superato la valutazione di oltre 64mila dollari per singolo BTC all’inizio del 2021, il valore è calato di molto dopo il “dietro front” di Elon Musk in merito alle crypto, ma negli ultimi mesi ha “ripreso terreno” ed attualmente un singolo token vale circa 45mila dollari. Indicato per investimenti “sicuri” e meno rischiosi. Ad oggi è l’unica crypto adottata ufficialmente come valuta da alcuni paesi del mondo.

Ethereum

Differente il sistema di funzionamento di Ethereum che è indicata come la variante “moderna” di Bitcoin anche se in realtà rappresenta un intero sistema di investimento che sfrutta una sorta di, computer virtuale decentralizzato, adibito alla gestione dei cosiddetti contratti intelligenti (Smart Contract), sviluppato attraverso un vero e proprio linguaggio di programmazione.
La sua valutazione è in rialzo e sono in molti a scommettere su un possibile picco nel breve periodo.

Rippleinvestire criptovalute

Criptovaluta “minore” rispetto alle due già citate, Ripple appare tutt’ora fortemente influenzato dalla valutazione di Bitcoin anche se in realtà si tratta di un sistema di trasferimento di fondi in tempo reale basato sui token proprietari XRP. La valutazione per ogni singolo token non è elevata (attualmente il valore è di poco più di un dollaro statunitense), ma questo potrebbe aumentare in ipotizzando una felice conclusione per la crypto a margine del processo contro la SEC, ossia la Commissione per i Titoli e gli Scambi in merito ad alcune irregolarità.

Investire una somma su Ripple potrebbe pagare nel prossimo futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *