Cosa succede a chi ha una Postepay scaduta? Attenzione, ecco la risposta

La carta Postepay è tra i prodotti di Poste Italiane di maggior successo e diffusione in assoluto, visto che viene utilizzata da migliaia di utenti fin dalla sua prima emissione nel 2003, anno in cui fu resa disponibile in gran parte degli uffici postali la prima e all’ora unica versione della prepagata, che nel corso del tempo è stata affiancata da altre tipologie più specifiche, come la Evolution, dotata di codice IBAN, mentre le varianti più recenti sono la Green, specificamente sviluppata per i minorenni e la Digital, che fornisce una carta virtuale da utilizzare tramite smartphone.

Come funziona?

Tutte le versioni della Postepay, anche la Digital che non dispone nativamente di una versione “fisica” sono classificabili come carte di debito, o anche ricaricabili. Di fatto operano su circuiti come Visa e Mastercard che di fatto hanno decretato il successo di questi prodotti, permettendo di utilizzarli come delle carte di credito, sia nei negozi fisici oppure online, ma senza tutte le “problematiche” tipiche delle carte di credito che solitamente sono collegate ad un conto corrente.

Le Postepay invece, eccezion fatta per la Evolution che presenta un costo annuo, comunque risibile, non hanno un vero e proprio costo.

Cosa succede a chi ha una Postepay scaduta?

postepay bloccato tracciabile loccata scaduta

Ogni carta Postepay presenta dei valori unici come le 16 cifre presenti sulla parte frontale, che servono per l’identificazione della tessera. Al di sotto è presente la data di scadenza, perchè ogni prodotto del genere ha una funzionalità temporale limitata. Cosa succede quando una Postepay va in scadenza?

La carta in questione diviene inutilizzabile ma ad alcune settimane dalla scadenza dietro richiesta, Postepay invia una nuova tessera presso il domicilio dell’utente, che può richiederne anche il rinnovo telefonando il numero dedicato 800.00.33.22, oppure recandosi in un ufficio postale, che presenterà la richiesta attraverso la vita telematica.

Il credito residuo viene trasferito sulla nuova tessera in maniera automatica, e da alcuni anni anche il Pin viene originale non viene cambiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *