Se trovi le banconote con Giuseppe Verdi diventi ricco. Ecco quanto valgono oggi

banconote verdi

Giuseppe Verdi rappresenta tutt’ora una figura fondamentale per l’arte e l’opera in assoluto, nonchè uno dei massimo esponenti musicali che il nostro paese abbia mai visto. Nella sua lunga e prolifica carriera ha influenzato anche in modo importante l’arte in generale, con numerose divenute simboliche e significative anche per l’unificazione dell’Italia e che ha influito sulle generazioni successive. Giuseppe Verdi appare inoltre su diverse banconote italiane.

Banconote Giuseppe Verdi

La prima banconota con il volto di Giuseppe Verdi fu emessa dal 1962 al 1969: questa Mille lire, riconoscibile per le ghirlande collocate sia al centro della parte frontale, che in quella posteriore, presenta la diciture Mille riportata a sia in cifre che a numeri, e vi è una prevalenza di spazi bianchi sopratutto ai lati della banconota.

Quanto valgono oggi?

banconote verdi

Come ogni banconota del periodo, anche questa versione della Mille lire fu realizzata sia nelle serie standard che in quelle sostitutive, ossia realizzate esclusivamente per prendere il posto delle banconote dismesse causa deterioramento. La Mille lire Verdi “primo tipo” presenta un codice seriale diviso in due, nella parte superiore della banconota.

Dal seriale è possibile avere una stima del valore, ricordandoci che quest’ultimo viene fortemente influenzato dallo stato di conservazione. La prima serie, riconoscibile per le prime lettere A01 valgono dai 25 euro fino ai 250-300 euro, anche se è molto complicato trovarne al giorno d’oggi. Quelle realizzate nel 1964 sono sensibilmente più rare della media, riconoscibili per seriale compreso tra A26 e V27, ecco perchè il valore è sensibilmente più alto, partendo da una base di 15 euro fino ad oltre 300. Valutazioni pressochè analoghe per le successive che presentano un seriale compreso tra A42 ed L43.

Molto interessanti anche le serie sostitutive, riconoscibili per la prima lettera X o Z, e sono tutte molto rare, che possono valere dai 25 ai 350 euro, più precisamente le Z08, Z09, Z10, X14 hanno un valore che in condizioni Fior di Stampa può valere una cifra compresa tra i 450 e i 750 euro.