smartwatch

Se trovi il Re Alberto II sulle monete da un euro diventi ricco: ecco il valore

Da millenni sono sopratutto i regnanti, o le figure politiche più importanti di uno specifico paese ad essere ritratti sulle monete: questa tradizione prosegue tutt’ora anche nel “vecchio continente”, visto che sono numerose le nazioni che scelgono di apporre sulle proprie emissioni volti decisamente importanti, anche per un fattore simbolico.

Anche dove l’euro ha preso il posto delle vecchie valute infatti, nazioni come il Belgio hanno mantenuto questa tradizione. Trattandosi di una monarchia parlamentare di tipo federale infatti è il Re a rappresentare la carica più prestigiosa del paese.

Un esempio è Re Alberto II che è ritratto su più di quache moneta.

Se trovi il Re Alberto II sulle monete da un euro diventi ricco

Le monete realizzate in Belgio presentano una particolarità pressochè unica tra tutti i paesi utilizzatori della valuta unica, ossia tutte le emissioni, a partire da quella da 1 centesimo fino ai 2 euro presentano il profilo del regnante in “carica”, quindi Re Alberto II, presente sulle monete fino al 2013 e poi il figlio Filippo che è salito sul trono a seguito dell’abdicazione del padre per motivi di salute. Filippo infatti è presente su tutte le monete belghe a partire dal 2014.

Ecco il valore

La moneta da 1 centesimo con l’effige di Re Alberto II più interessante è quella del 2008, che presenta delle differenze estetiche sostanziali seppur minime rispetto a quelle realizzate prima e dopo: una singola moneta realizzata in quell’anno può valere fino a 10 euro se in eccellenti condizioni. Interessanti anche se meno danarosi i 2 e 5 centesimi realizzati nello stesso anno.

moneta re alberto II

Passando alle monete da 1 e 2 euro con il profilo del sovrano, bisogna puntare sulle annate dove le tirature sono state meno numerose: una moneta da 1 euro di questo tipo realizzata nel 2000 e nel 2006 possono valere rispettivamente 15 e 20 euro, se in perfette condizioni di conservazione.

Ancora più interessanti quelle da 2 euro del 1999 e 2001: se in Fior di Conio queste monete valgono rispettivamente 40 e 20 euro, valori poco inferiori per gli esemplari del 2012 e 2013.