Allerta bollette: arriva una multa da 600 euro se…

bollette multa aumenti rincari

Tutti i consumatori che sono soliti utilizzare qualsivoglia tipo di fornitura energetica o servizio deve fare i conti, letteralmente parlando, del fattore bollette: nominalmente chiamate così, le fatture rappresentano una fastidiosa necessità che raramente sviluppa sorprese positive ma che per forza di cose vanno saldate per poter proseguire ad usufruire di servizi oramai necessari come l’energia elettrica, il gas e tutto il resto.

Ben presto impariamo a conoscere le conseguenze che possono risultare anche piuttosto “pesanti” per chi decide di non pagare quelle arretrate, che succede quando non paghiamo il canone Rai?

Multa sulle bollette?

Dal 2016 il canone televisivo, chiamato erroreamente canone Rai viene associato alla fornitura dell’energia elettrica: questo perchè, nonostante la nomenclatura, non è un vero e proprio canone quanto piuttosto una tassa, che viene erogata per chiunque detenga apparecchi che possano riprodurre segnali audiovisivi, per intederci, televisivi. La decisione di associarla alla bolletta della luce è stata presa perchè gran parte degli italiani non presentava il pagamento di questa imposta, che essendo tale, provoca un “buco” nelle entrate fiscali per il governo, anche se questa scelta non ha fatto altro che aumentare il disprezzo verso questa forma di canone, che come abbiamo osservato, canone non è.

Nonstante numerosi rumors in merito alla rimozione dell’imposta sulla televisione per il 2022, in realtà questa è stata confermata almeno fino al 2023, in una forma che prevede 10 mensilità da 9 euro per 10 mesi all’anno, esattamente come avvenuto finora.

Arriva una multa da 600 euro se…

Rappresentando una tassa vera e propria, il mancato pagamento provoca infatti una vera e propria multa che può raggiungere pari a 6 volte il totale dell’imposta dovuta (540 euro), alla quale vanno associati i pagamenti degli arretrati. In casi più gravi “scatta” il reato di falso ideologico che può portare a multe ancora più salate, fino ad arrivare alla pena detentiva fino a 2 anni.