Fino a 18 mila euro se trovi questo francobollo raro: FOTO

francobollo raro

Nell’immaginario collettivo i francobolli sono molto di più che “tasse anticipate” pagate da parte del mittente, ma rappresentano sopratutto un’eccellente opportunità di collezionismo. A differenza delle monete, che pur sono molto collezionate, i francobolli hanno permesso la nascita della filatelia, ossia lo studio storico e la collezione di questi oggetti.

Il primo francobollo, il Penny Black, è datato 1840 e sebbene senza dentellatura e senza il paese di provenienza, due dettagli che sono presenti su tutte (o quasi) emissioni moderne, ha di fatto aperto una nuova era nel mondo delle comunicazioni postali.

Emissioni europee

A distanza di pochissimi anni dal Penny Black, anche nel resto d’Europa gli stati iniziarono a “copiare” l’idea e sviluppare emissioni proprie: i francobolli risalenti al 19° secolo in molti casi sono i più interessanti perchè fanno riemergere le differenze politiche e sociali di un epoca oramai lontana.

Uno dei primi francobolli della Svizzera fu sviluppato nell’estate del 1845 nel cantone svizzero di Basilea. E’ un esemplare molto noto ed ambito da parte dei collezionisti, ed è uno dei primi esemplari di francobollo che presenta più di un colore nella raffigurazione, prima di allora i francobolli presentavano al massimo un colore per volta.

francobollo raro

Nello specifico è presente una colomba che stringe nel becco una lettera, con sullo sfondo il simbolo del cantone in questione.

Fino a 18 mila euro se trovi questo francobollo raro: FOTO

Poco più di 40mila esemplari del Basel Dove, come viene chiamato dal 1845 fino al 1848. A distanza di oltre un secolo e mezzo quasi tutti gli esemplari non esistono più e quelli rimasti spesso non presentano condizioni adeguate per essere collezionati degnamente.

Un esemplare in buone condizioni supera senza problemi i 10.000 euro di valutazione che può arrivare fino a 18.000 se presenta una condizione assoltamente perfetta, pari al nuovo: apparentemente è impossibile o quasi, ma alcuni collezionisti sperano ancora nel trovare uno di questi rari francobolli.