smartwatch

Agenzia delle Entrate, ecco la nuova multa che sorprende tutti

L’Agenzia delle Entrate rappresenta un’amministrazione pubblica legata al ministero dell’Economia e Finanze di enorme importanza per il paese, occuopandosi della riscossione dei tributi e delle tasse, e detiene gli “incassi” delle multe, ma si occupa anche di servizi catastali. Da oltre 20 anni si occupa di tenere conto degli obblighi fiscali dei contribuenti, e da alcuni giorni è stata sviluppata una multa che è indiscutibilmente figlia dei tempi attuali, ossia dalla pandemia.

Norme restrittive

Con il continuo incedere della nuova ondata, capitanata dalla variante del Covid denominata Omicron, molto più contagiosa seppur meno letale, i governi di tutta Europa stanno adottando politiche restrittive in maniera graduale con l’aumento dei nuovi casi positivi che ha sviluppato un nuovo picco nelle scorse settimane.

Il decreto legge del 5 gennaio 2022, firmato il giorno successivo e perciò reso ufficiale diversi provvedimenti specificamente sviluppati per fronteggiare la nuova ondata, e tra questi spicca il super green pass obbligatorio per lavoratori over 50 del settore pubblico e privato e l’obbligo vaccinale per gli over 50 che non lavorano, con decorrenza a partire dal 15 febbraio 2022.

agenzia entrate

Agenzia delle Entrate, ecco la nuova multa che sorprende tutti

Sono state anche sviluppate diverse multe, emanate dall’Agenzia delle entrate: 100 euro “una tantum” per i cittadini over 50 che non hanno effettuato alcun tipo di vaccinazione, mentre per chiunque tenti di accedere senza Green Pass ai servizi e alle attività in cui è obbligatorio averlo, scatta una sanzione da 400 a 1.000 euro, che si attiva qualora il soggetto ometta il controllo. Risulterà possibile comunque opporsi alla sanzione presentando una specifica motivazione medica.

La medesima multa viene applicata per i lavoratori over 50 sprovvisti di Green Pass che verranno considerati come assenti ingiustificati.

L’Agenzia delle entrate tra le altre cose si occupa dell’erogazione delle tessere sanitarie e potrà quindi favorire specifici controlli in tal senso. L’intento è quello di aumentare i vaccinati per la fine del mese di gennaio 2022.