Gratta e vinci, è mistero sulle vincite: ecco cosa sta succedendo

gratta e vinci

Il sistema dei Gratta e Vinci rappresenta una delle tipologie di lotterie “immediate” più in voga nel nostro paese fin dalla metà degli anni 90, ossia quando questa tipologia ha iniziato ad affermarsi con “prepotenza” sul mercato.

Questa forma di lotterie a risultato istantaneo sono particolarmente remunerative per lo stato italiano che le ha regolarizzate e opportunamente “controllate” attraverso l’Agenzia delle Dogane e dei monopoli, e sono soggette ad una rigida regolamentazione sopratutto in fatto di probabilità di vittoria.

Lotteria remunerativa

Come detto, si tratta di un tipo di lotteria sviluppata ed avallata dallo stato per garantire un ritorno economico. Dal 2004 il Gratta e Vinci è stato “riorganizzato”  nel 2004 ed oggi esiste in biglietti da  1, 2, 3, 5, 10 e 20 euro con vincite crescenti, basate su 3 fasce: la prima, che prevede vincite fino a 500 euro, erogabili in contanti dal rivenditore stesso, la seconda da 501 fino a 10.000 euro previa prenotazione, e la terza oltre i 10.000 euro presetando il biglietto vincente presso l’ufficio premi di Lotterie Nazionali S.r.l. a Roma oppure una qualsiasi banca Intesa San Paolo.

Nonostante molti studi abbiano confermatao l’effetto negativo di questa forma di giochi che aumenta l’indicenza della cosiddetta ludopatia, anche a causa di una campagna pubblicitaria piuttosto sostenuta, i Gratta e Vinci costituiscono uno dei sistemi adottati dal nostro paese per avere un importante ritorno economico.

gratta e vinci

Gratta e vinci, è mistero sulle vincite: ecco cosa sta succedendo

A cadenza regolare, normalmente una volta a settimana, il sito ufficiale Gratta e Vinci comunica la lista dei vincitori dei vari montepremi, con una vera e propria classifica. Dallo scorso dicembre 2021 il sito non viene aggiornato e anche attraverso altre fonti ufficiali non si hanno reali notizie.

Impossibile o quantomeno improbabile ipotizzare nessuna vincita segnalata ufficialmente dallo scorso periodo natalizio, più probabile pensare a qualche sorta di malfunzionamento o decisione che prevede un aggiornamento dell’intero portale ufficiale.