smartwatch

Bonifici bancari, la novità è incredibile: “Il nuovo costo è di…”

La moneta elettronica sta attraversando una fase molto importante sia concettualmente che “tecnicamente” parlando: con questo termine si è soliti indicare diverse tipologie di prodotti e servizi, ma quasi sempre si fa riferimento a strumenti di pagamento digitale, che non prevedono l’utilizzo di contante “fisico”.

Immediatamente viene in mente la carta bancomat, le carte di credito, le prepagate e quelle di debito ma anche le oramai diffuse e diversificate criptovalute sono considerabili valuta elettronica, anche se la prima forma di transazione di denaro “non fisico” sono proprio i bonifici che hanno trovato una nuova dimensione nelle ultime decadi, con il progressivo affermarsi della digitalizzazione, sfruttando anche nuove regolarizzazione in fatto di commissioni, che modificano sensibilmente il costo di una transazione.

Bonifici bancari, la novità è incredibile: “Il nuovo costo è di…”

Abbiamo già trattato le diverse tipologie di bonifico, sviluppati e diversificati in varie categorie a seconda del bisogno, anche se dal punto di vista dei tempi di evasione e costi sono piuttosto flessibili e cambiano sensibilmente a seconda dell’istituto di credito, seguendo diversi fattori.

conto corrente

Parzialmente il costo dipende dal destinatario, dove si trova e che tipo di conto possiede, poi un altro fattore è costituito dall’importo, visto che entro un certo limite le commissioni sono limitate se non addirittura assenti. Tendenzialmente la percezione è quella di una riduzione delle commissioni, anche per favorirne l’utilizzo sia dagli sportelli che attraverso l’home banking, ma dipende.

Un bonifico online “costa” tendenzialmente da 1 fino a 2.50 euro, quello con addebito in conto presenta una commissione variabile dai 2 euro fino a 6 euro, uno nell’area SEPA solitamente presenta costi “bloccati” che non superano i 9 euro anche in caso di movimenti di denaro estremamente considerevoli.

Il bonifico istantaneo solitamente costa dai 2 ai 4 euro.

Per qualsiasi tipo di bonifico effettuato al di fuori della già citata area SEPA i costi aumentano sensibilmente, visto che vanno tenuti in considerazione vari fattori che fanno lievitare la commissione, che possono essere fisse, variabili e condizionate dal tasso di cambio.