Quanto può valere l’oro al grammo? Ecco la risposta

vale oro

Considerato a lungo il “re” dei metalli nobili, l’oro continua ad essere un elemento estremamente importante nell’ambito delle economie. Pochi altri metalli hanno avuto la stessa incidenza su fatti storici, politici e sociali come l’elemento atomico classificato con il numero 79 sulla tavola periodica, e che in natura rappresenta una costante, sotto forma di pepite, grani e pagliuzze nelle rocce e nei depositi alluvionali.

Le proprietà che hanno fatto diventare l’oro simbolo di ricchezza assoluto in praticamente ogni parte del mondo sono varie: una incredibile duttilità e resistenza alla maggior parte degli agenti chimici risultando inossidabile da aria e acqua, lucentezza perenne, ed ottima resistenza agli acidi.

Utilizzo

Da millenni l’oro è viene associato all’economia, essendo stato uno dei primi metalli specificamente adibito alla coniatura delle monete in quanto praticamente impossibile da replicare. L’alchimia, l’antenata della chimica, attraverso numerosi esponenti, leggende e miti, ha tentato per secoli di replicarne le qualità, cosa effettivamente possibile oggigiorno attraverso un bombardamento atomico, procedura estremaemente complessa e costosa.

Quanto può valere l’oro al grammo? Ecco la risposta

Anche nel 21° secolo l’oro mantiene intatto il proprio status di bene rifugio, ossia il ristretto campo delle risorse che sta a significare una forma di bene che risulta adatta alle forme di investimento, visto che perde molto difficilmente “pezzi importanti” del proprio valore. La situazione in Ucraina ne è un esempio lampante: l’oro è ritornato a valere più rispetto a poche settimane prima dell’offensiva russa, segno che i mercati, così come gli investitori hanno deciso di puntare sull’acquisto di oro.

Al grammo oggi l’oro vale 59.47 euro, manifestando un crescita di quasi il 7% rispetto alla scorsa settimana. Nella maggior parte del mondo questo metallo viene calcolato con l’oncia troy, pari a poco più di 31 grammi. Oggi l’oro “viaggia” a 1,851.38 euro l’oncia, un incremento di oltre 110 euro rispetto a 10 giorni fa.