Monete rare: ecco quella che è diventato un vero tesoro

monete moneta carabinieri errori di conio euro croce rare

Le monete rappresentano molto di più della valuta principale “circolante” ogni giorno e onnipresente nei nostri portafogli: nonostante la diffusione sempre maggiore della moneta elettronica, banconote e monete rappresentano una realtà ancora molto legata all’aspetto pratico di ogni giorno, nonchè la manifestazionie più tangibile della “ricchezza”.

Lo studio delle monete, la numismatica, prende in esame sia l’oggetto in quanto tale, sia il contesto storico, ecco perchè si tratta di una tipologia di oggetti che interessa sia agli storici che ai semplici appassionati.

Emissioni preziose

In circolazione da circa vent’anno, l’euro è oggi la valuta utilizzata da ben 19 paesi europei, Italia compresa, e grazie ad una varietà molto importante delle emissioni, visto che ogni paese ha potere decisionale in quanto all’aspetto, è divenuto molto popolare, anche a causa dei numerosi esemplari commemorativi, realizzati dai paesi utilizzatori in specifici anni e in tirature limitate. La più rara e preziosa di queste monete, come abbiamo già preso in esame, risulta essere quella realizzata nel 2007 per omaggiare la scomparsa di Grace Kelly.

Anche la lira, che ha avuto una “vita” piuttosto longeva, è molto ricercata, sopratutto esemplari molto particolari, spesso “celati” tra emisioni comuni.

Monete rare: ecco quella che è diventato un vero tesoro

Un esempio concreto è dato dalla 10 lire Olivo, conosciuta anche come Pegaso, visto che presenta entrambe le raffigurazioni, su due lati separati. Si tratta della prima emissione repubblicana della 10 lire, coniata dal 1946 fino al 1950, anno in cui fu sostituita dalla variante Spiga, molto più longeva.

Una Olivo del 1948, 1949 e 1950 può valere cifre interessanti, di diverse decine di euro, se in ottime condizioni.

Molto più rare le Olivo del 1947, estremamente più rare, realizzate in soli 12.000 esemplari: una di queste monete se in buone condizioni vale più di 1000 euro, valore che aumenta se presenta meno segni di usura possibile, una Fior di Conio può far guadagnare fino a 4000 euro.

10 lire olivo