smartwatch

Bancomat, quando rischia di essere disabilitato? Attenzione

Siamo abituati a considerare il bancomat, come concetto, parte della nostra vita di tutti i giorni anche se magari non ne facciamo uso: il concetto di moneta elettronica, nello specifico quella che utilizza una carta con banda magnetica, viene spesso generalmente definita Bancomat (“vado a fare un bancomat” viene utilizzata quando si indica la volontà di prelevare del denaro attraverso uno sportello adibito).

Nel corso dei decenni la moneta elettronica ha trovato nuova diffusione a causa sopratutto di due fattori: le carte prepagate come Postepay e gli smartphone, che con sempre maggior frequenza hanno acquisito funzionalità atte all’home banking, ossia la gestione autonoma dei servizi economici e finanziari.

Bancomat, quando rischia di essere disabilitato? Attenzione

Il bancomat disabilitato è solitamente una forma di messaggio/avviso che viene evidenziato quando proviamo ad effettuare qualsiasi operazione presso uno sportello. Solitamente ciò è causato da un malfunzionamento dello stesso, più che del nostro bancomat. Se il problema continua a manifestarsi può essere invece relativo ad un malfunzionamento della carta, magari a seguito di una smagnetizzazione, ossia la perdita della forza magnetica della stessa.

Se il problema continua a manifestarsi anche presso altri ATM, è essenziale mettersi in contatto con nostra banca per verificare lo stato del nostro conto. Il messaggio “bancomat disabilitato” può essere anche essere causato da alcune irregolarità verificatesi. Queste possono essere molteplici: da blocchi causati dalla banca stessa, a fronte di operazioni irregolari (come ad esempio l’aver superato il limite di prelievo mensile (solitamente 10 mila euro), oppure altre forme di violazioni che possono portare all’UIF, l’Unità di Informazione Finanziaria per l’Italia a prendere provvedimenti.

Le banche infatti sono obbligate a fornire preventivamente informazioni allo stato in quella che da anni è una lotta verso le operazioni illecite.

Un bancomat può essere disabilitato anche dall’utente fino ad una durata che solitamente è 6 mesi, così da renderlo inoperativo fino a nuovo “sblocco”.

bancomat minorenni pin