smartwatch

Busta paga, tutte le novità di Aprile, cosa cambia? Ecco la risposta

Tendenzialmente siamo abituati a concepire la busta paga la “prova” legale e tangibile dello stipendio ma com’è noto rappresenta anche qualcosa di più: elargita dal datore di lavoro o dalla compagnia, la busta paga reca le informazioni relative al periodo di retribuzione, dettagli della mensilità come stipendio, trattenute e bonus vari, ma anche la posizione sia dell’azienda/datore di lavoro.

Insomma è un vero e proprio documento completo che testimonia una prestazione, anche se le numerose voci presenti, oltre che essere apparentemente incomprensibili, sono tendenzialmente aggiornate a cadenza regolare.

Busta paga, tutte le novità di Aprile, cosa cambia? Ecco la risposta

Ad ogni legge di bilancio infatti sono ufficializzati cambiamenti spesso inerenti al mondo del lavoro ed al sistema pensioni: di riflesso, i datori di lavoro devono adattare le buste paga entro un determinato periodo di tempo per essere in regola con lo stato. Il mese di aprile vedrà alcuni cambiamenti nient’affatto banali in tal senso.

Uno su tutti, il famoso quanto discusso Bonus 100 euro, chiamato anche Bonus Renzi, che formalmente si chiama trattamento integrativo per i lavoratori, un aiuto economico per i dipendenti che hanno reddito entro una certa cifra. L’esecutivo Draghi ha ridotto il limite minimo di ISEE da 28.000 euro a 15.000 euro per poterlo percepire in busta paga, anche se l’importo in maniera ridotta potrà essere percepito da chi ha redditi fino a 28 mila euro annui se la somma delle detrazioni fiscali spettanti non supera l’imposta lorda dovuta.

Il valore del bonus, quindi, è variabile ed è definito dalla differenza tra l’imposta lorda e le detrazioni.

Il “nuovo” Assegno Unico per famiglie scompare dalla busta paga, avendo unito ogni forma di bonus relativo ai figli, sia minorenni che maggiorenni. Rispetto a questi ultimi, l‘Assegno unico per famiglie viene erogato attraverso un bonifico mensile e non più attraverso la busta paga.

busta paga marzo aprile voci