smartwatch

Busta paga, controlla sempre queste voci: ecco il motivo

La busta paga fa continuamente discutere datori di lavoro, dipendenti ma anche gli organi dello stato e la politica correlata: si tratta infatti di un documento fondamentale per il naturale processo lavorativo per tutte le parti “in gioco”. Se per i dipendenti è sostanzialmente la “prova di aver lavorato” con annesso importo relativo alla mensilità, dal punto di vista tecnico racchiude tutta una serie di informazioni molto varie e diversificate, ma di non sempre facilissima lettura. Perchè bisogna fare attenzione ad alcune voci in particolare?

Busta paga, controlla sempre queste voci: ecco il motivo

La busta paga è solitamente dislocata su un singolo “foglio”, che viene messo a disposizione a ridosso del giorno di paga del lavoratore dal datore di lavoro. E’ un compendio di informazioni, e viene solitamente “divisa” idealmente in 3 parti.

    • La parte superiore, dove sono contenuti i dati anagrafici, la posizione INAIL di azienda e lavoratore, i vari coefficienti di distribuzione nonchè il mese di riferimento
  • La parte centrale, dove è contenuta sostanzialmente tutta documentazione relativa al lavoro in quanto tale, ma anche ferie, permessi, e la retribuzione effettiva.
  • La parte in basso, dove spicca lo “stipendio” effettivo ma anche i dati fiscali e previdenziali e l’eventuale dato di fine rapporto.

In generale la parte che interessa maggiormente ai dipendenti è quella centrale: è utile “tenere d’occhio” il numero di ore ordinarie, i premi produzione e i vari bonus adempiuti nel corso della mensilità, e le varie indennità. In questa categoria sono presenti i permessi, le indennità di malattia, il congedo di maternità (eventuale) nonchè i giorni di ferie. Nel nostro paese la maggior parte dei dipendenti gode di 26 giorni di ferie all’anno, salvo disposizioni differenti da parte del datore di lavoro.

Poco più sotto solitamente è presente una sezione a parte con l’eventuale presenza di tredicesima o quattordicesima e anticipo sul TFR, il trattamento di fine rapporto. busta paga voci