Allerta Telepass, pazzesco: ecco cosa sta succedendo

telepass frodi bip targa

Il Telepass rappresenta per praticamente ogni italiano il pedaggio automatico, gestito attraverso la “scatolina” che viene fornita ai fruitori del servizio. Questa tecnologia ha indubbiamente permesso una gestione più rapida ed efficiente del costo del “casello” autostradale, permettendo di velocizzare le code, che inevitabilmente si sviluppano ad ogni pedaggio. Il servizio ha iniziato a diffondersi in maniera capillare a partire dalla seconda metà degli anni 90, dopo un periodo di “prova”, e da molti anni è utilizzato con successo da milioni di automobilisti nostrani, che tuttavia dovranno mandare giù un “boccone amaro” molto presto.

Allerta Telepass, pazzesco: ecco cosa sta succedendo

Telepass infatti ha annunciato in maniera ufficiale nuovi rincari in relazione ai costi del servizio, a distanza di esattamente 25 anni dall’ultima volta. Sono i due principali abbonamenti Telepass a subire un “ritocco verso l’alto” a partire dal prossimo 1° luglio. Nel dettaglio gli aumenti sono di

  • 0,57 euro Iva inclusa per il servizio Family,  che passa dai 1,26 a 1,83 euro
  • 0,28 euro Iva inclusa per l’opzione Twin, che passa da 2,10 a 2,38 euro.
  • Il servizio integrato Family + Twin, che attualmente costa 3,36, dal 1° luglio costerà 4,21 euro.

Si tratta di aumenti medi di poco superiori ai 45 % rispetto alle tariffe attuali. I “ritocchi verso l’alto” sono stati motivati dall’azienda con “il progressivo mutamento del contesto tecnologico, di mercato e organizzativo in cui opera Telepass”, come ha dichiarato ufficialmente.

La clientela potrà comunque presentare richiesta di un recesso del contratto: sarà possibile farne richiesta fino all’ultimo giorno utile prima degli aumento, quindi fino al 30 giugno 2022 per annullare l’abbonamento e restituire entro i successivi 6 mesi il dispositivo Telepass. E’ possibile fare richiesta direttamente via email su gestionecontratto@telepass.com oppure all’indirizzo PEC assistenza@pec.telepass.com.

In alternativa è possibile presentare la richiesta via posta tradizionale, attraverso una raccomandata A/R (l’indirizzo è Telepass SPA – Customer Care, Casella Postale 2310 succursale 39 – 50123 Firenze) oppure recandosi presso un qualsiasi Punto Blu.

telepass frodi bip targa