Ecobonus, quali interventi ci rientrano? Ecco la guida completa

Ecobonus

Il termine Ecobonus è ritornato in auge in maniera importante dal punto di vista politico, al punto che la versione più diffusa, ossia quella di riqualificazione conosciuta come Superbonus 110 % potrebbe effettivamente non essere rinnovata. A spiegare questa ipotesi è lo stesso premier Mario Draghi a manifestare uno scetticismo per questa forma di riqualificazione dei locali avviata dallo scorso governo con l’intento di  per rilanciare l’edilizia e l’economia italiana, e allo stesso tempo abbassare l’impatto ambientale degli immobili. Attualmente il Superbonus 110 % è ancora attivo, quali interventi possono “rientrare” in questo bonus?

Ecobonus, quali interventi ci rientrano? Ecco la guida completa

Nonostante “l’astio” di Draghi, il Superbonus è stato prorogato ufficialmente, attraverso il DL Aiuti. Di fatto si tratta di una vera e propria detrazione del 110% delle spese sostenute a partire dal 1 luglio 2020 per la realizzazione di specifici interventi finalizzati all’efficienza energetica e al consolidamento statico o alla riduzione del rischio sismico degli edifici. Questa detrazione, che avrà un valore in “decrescendo” con i prossimi anni è richiedibile sia dai condomini che dalle persone fisiche, ma anche  Onlus, associazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale, Istituti autonomi case popolari (Iacp) e associazioni e società sportive dilettantistiche.

Questo può essere richiesto per:

  • interventi di isolamento termico sugli involucri
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti
  • interventi antisismici.
  • interventi di efficientamento energetico
  • installazione di impianti solari fotovoltaici e sistemi di accumulo
  • infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici

La proroga del superbonus 110 per le unifamiliari e le villetta è stata confermata attraverso il già citato DL e stando alla bozza la detrazione spetta anche agli interventi su unità immobiliari effettuati da persone fisiche (edifici unifamiliari) per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022, con la condizione almeno il 30% dell’intervento complessivo risulti completato entro il 30 settembre 2022.

Ecobonus