smartwatch

Patata dolce: proprietà, effetti e controindicazioni

La Ipomoea batatas, nota più comunemente come Patata dolce o Patata americana è ancora poco conosciuta rispetto al patata “classica”, nonostante la variante “dolce” venga coltivata anche in Italia da oltre 200 anni (oggi viene coltivata nel nostro paese sopratutto in Puglia e Veneto) e presenti delle proprietà molto utili.

Patata dolce: proprietà, effetti e controindicazioni

A differenza della patata comune che è classificabile come tubero, la patata americana è una radice tuberosa, è nativa del continente americano ma è molto diffusa in Asia.
Ha una buccia rossa-violacea, mentre la polpa può avere diverse colorazioni, dal giallo all’arancione, fino al viola. E’ molto utilizzata soprattutto in zone del mondo che non corrispondono al bacino del mediterraneo, tuttavia non è meno versatile della tradizionale patata.

La patata americana è particolarmente indicata per chi fa esercizio fisico ma non solo, grazie ad un notevole apporto di vitamine A, C e B6, è ricca di fibre e quando la polpa è tendente al colore arancione, è segno di una presenza diffusa di beta-carotene, molto utile per la vista e per la pelle. Importante il contenuto di manganese e potassio, oltre ad essere poco calorica, visto che non supera le 80 calorie per 100 grammi.
Indicata per chi ha l’intenzione di perdere peso visto il basso apporto glicemico. Tutte doti che rendono quest’ortaggio particolarmente utile viste le capacità antiossidanti, energizzanti e antistress, al punto che perfino la buccia è utile, data la presenza di cajapo, molto utile per i diabetici.

Come per la patata tradizionale, anche la buccia è commestibile ed anche maggiormente digeribile.

Patata dolce