smartwatch

Bancomat, novità in vista: ecco cosa sta succedendo

La moneta elettronica viene spesso attribuita in modo generico e diffuso al Bancomat, che prima di essere una tecnologia legata all’impiego e la diffusione degli ATM di pagamento è un circuito vero e proprio che viene utilizzato sia per pagare concretamente attraverso la via telematica ma anche per i prelievi di contante, funzione che resta fondamentale ma che di fatto è in diminuizione da diversi anni.

Secondo diversi studi infatti in Italia ogni anno vengono di fatto dismessi oltre 600 ATM un tempo operativi, in quanto “non più utili” come in passato, condizione che riflette l’inteero sistema telematico determinato da Bancomat SpA.

Bancomat, novità in vista: ecco cosa sta succedendo

Governi, stati ma anche singole istituzioni bancarie infatti “spingono” sempre di più sull’home banking, ossia la possibilità di effettuare operazioni in modo autonomo semplicemente sfruttando il proprio smartphone munito di app bancaria. Con la minore diffusione di contante, anche se il governo ha praticamente ufficiosamente annunciato un limite di impiego più ampio, i guadagni delle banche si sono progressivamente ridotti anche a causa delle commissioni di pagamento che non riescono più a foraggiare adeguatamente gli istituti di credito.

Detta in breve le banche applicano queste commissioni sui prelievi, in condizioni diffuse ad esempio quando viene effettuato un prelievo presso una banca che non fa parte del medesimo circuito. Obbligatoriamente queste vanno ravvisate poco prima del prelievo e sono consistenti in un importo fisso, che generalmente parte da 0,49 € per singola operazione. Bancomat SpA tuttavia ha presentato una richiesta ufficiale all’Antitrust per eliminare questa tariffa fissa a favore di una invece determinata dalle singole banche. La richiesta è stata presa in considerazione dall’Antitrust che ha di fatto optato per un “forse”.

Se questa differenza sarà applicata ogni banca avrà la possibilità di concepire la propria tariffa interbancaria anche se sarà ragionevolmente considerabile un avviso prima del prelievo. In questo modo però i costi tenderanno sensibilmente ad aumentare.

bancomat minorenni pin