smartwatch

Allerta su questo impianto di fotovoltaico: ecco cosa può accadere

Il fotovoltaico in questi ultimi periodi sta iniziando a diventare un vero e proprio must per tutte le abitazioni. Grazie a questo sistema infatti riusciamo ad alleggerirci economicamente sui costi delle bollette che stanno sempre più aumentando. Il principio del fotovoltaico si basa sull’energia che viene prodotta dal sole, o meglio della luce solare.

Per questo motivo basterà avere a disposizione un tetto, o un’area dove piazzare il nostro impianto, per renderci praticamente autonomi sotto l’aspetto energetico. La situazione non è però così semplice perchè da un lato i costi per installare il fotovoltaico sono molto elevati e dall’altro lato non è sempre garantito il 100% della nostra copertura energetica. Andiamo dunque a capire cosa può accadere e soprattutto quali sono i migliori fotovoltaici da installare nella propria casa.

Allerta su questo impianto di fotovoltaico: ecco cosa può accadere

Partiamo chiaramente dal presupposto che un impianto fotovoltaico conviene. Questo infatti riuscirà in parte a darci l’energia elettrica di cui abbiamo bisogno in casa per poter utilizzare i nostri elettrodomestici o il resto dei dispositivi elettronici. Sono in tanti, ad esempio, coloro che utilizzano un impianto fotovoltaico per caricare la propria auto elettrica.

Considerato, infatti, i costi che ormai la benzina sta raggiungendo, diciamo che riuscire ad avere un’alternativa è sicuramente molto importante. Anche se difficilmente si riesce ad avere l’indipendenza energetica è certamente un ottimo investimento ma andiamo a capire adesso quali sono gli errori da non commettere quando si acquista un impianto fotovoltaico.

Innanzi tutto non bisogna assolutamente fare delle scelte affrettate. Se i nostri consumi energetici annuali sono minori dei 2000 kWh, infatti, non sarà assolutamente conveniente acquistare un impianto fotovoltaico. Questo è dovuto al fatto che la nostra spesa sarà recuperata in molto più tempo e, probabilmente, potrebbe non essere per niente conveniente. Mediamente, infatti, andremmo ad avere una bolletta da circa 400 euro annuali, una spesa che non è per niente conveniente se si deve sostituire a quella del fotovoltaico.

Serviranno infatti mediamente sette anni per rientrare nella spesa del nostro fotovoltaico ma chiaramente questa media aumenta se i nostri consumi attuali sono molto bassi. Ecco il motivo per il quale prima di installare un impianto fotovoltaico dovremo fare bene i conti per capire se realmente ci conviene oppure no.

Tipologie di impianti fotovoltaici

A questo punto andiamo anche a capire quali sono le tipologie di fotovoltaico che possiamo montare oggi nelle nostre abitazioni. Innanzi tutto abbiamo gli impianti “grid connected” che sono quelli connessi direttamente alla rete nazionale. In questo caso avremo la nostra quantità di energia prodotta e la restante verrà inserita all’interno della rete.

Poi abbiamo gli standalone ovvero quelli che non sono connessi alla rete nazionale e lavorano prevalentemente da soli. Hanno anche una batteria di accumulo e solitamente si acquistano queste tipologie se gli attacchi verso la rete italiana sono più complicati.

Infine abbiamo le tipologie con la batteria di accumulo ed anche in questo caso si differiscono tra quelli che hanno l’allaccio alla rete nazionale e quelli che non sono invece allacciati. A questo punto, se siete convinti ad acquistare un impianto fotovoltaico il nostro consiglio è quello di farsi seguire da un esperto per poter effettuare l’acquisto in totale sicurezza e soprattutto poter acquistare il prodotto di cui abbiamo veramente bisogno.