smartwatch

Trova questo francobollo e sei ricco: ecco quale – FOTO

La storia della filatelia non è così antica come si potrebbe credere in quanto la prima emissione in assoluto risale ala 1840. Chi ha concepito il francobollo è stato un funzionario britannico, Rowland Hill che di fatto ai tempi ha sviluppato la prima forma di affrancatura, tipologia di oggetto che ha la funzione di tassa pagata in anticipo sulla corrispondenza, per questo motivo i francobolli sono indispensabili per l’ordinamento postale.

Quasi da subito i francobolli sono stati adottati anche da altre nazioni e sono ancora oggi strumenti indispensabili oltre a rappresentare una tipologia di collezionabili molto ambita.

Trova questo francobollo e sei ricco: ecco quale – FOTO

Anche chi non è appassionato di filatelia non può che ambire e manifestare interesse nei confronti di un francobollo raro. In oltre un secolo e mezzo di storia, le emissioni sono incalcolabili dal punto di vista della quantità e delle varianti ma alcune sono molto conosciute per la rarità.

Un esempio è costituito da un’importante emissione filatelica realizzata in Cina durante la rivoluzione culturale, indetta da Mao Zedong alla fine degli anni 60. Si tratta di una emissione commemorativa dal valore di 8 fen realizzata nel 1968 per omaggiare l’unità e lo spirito nazionale, ma l’esemplare che ha colpito l’attenzione degli appassionati è indubbiamente legata ad un contesto di errore di stampa, ossia una forma relativamente comune di errore che porta differenze di disegno oppure di tipo cromatico.

Infatti nel francobollo in questione il significato riportato, tradotto indica proprio l’unità nazionale ma l’isola di Taiwan, ancora oggi al centro di una sorta di contenzioso, a causa di un errore non è riportata in rosso ma in biancoo. Rapidamente i pochi esemplari emessi furono ritirati.

Ad oggi proprio questi sono ambitissimi anche per il valore storico o politico i pochi francobolli con l’isola di Taiwan non colorata risultano essere remunerativi se in ottime condizioni. Un esemplare vale infatti all’asta oltre 430 mila euro.

francobollo