Home » Mangiare aglio crudo: ecco perchè bisognerebbe farlo sempre

Mangiare aglio crudo: ecco perchè bisognerebbe farlo sempre

aglio

L’aglio è uno degli alimenti o forse addirittura il più usato in cucina per insaporire moltissime pietanze e di solito viene usato cotto, ma se davvero si vogliono preservare tutte le sue molteplici proprietà benefiche sarebbe opportuno mangiarlo crudo.

Molti evitano di consumarlo crudo per il suo sapore forte che ha come conseguenza una fastidiosa alitosi, ma ci sono diversi modi anche per evitare questo problema.

Mangiarlo crudo e soprattutto a stomaco vuoto vuol dire mantenere intatta l’allicina, una sostanza che si perde con la cottura e dalla quale arrivano i migliori benefici per il nostro organismo. In questo articolo spiegheremo perchè bisognerebbe mangiare questo alimento sempre crudo.

Mangiare aglio crudo: ecco perchè farlo

Come già accennato la maggior parte dei benefici dell’aglio provengono dall’allicina, un enzima che dona a questo alimento crudo proprietà antinfiammatorie, antibatteriche, antiossidanti e anche antitumorali, in più è un ottimo antibiotico e regola la pressione sanguigna.

Tra in tantissimi benefici c’è quello di prevenire il cancro ai polmoni, questo è stato verificato da uno studio effettuato in Cina con percentuali eccezionali, infatti chi consuma abitualmente aglio crudo vede scendere il pericolo di questo tipo di cancro del 44% e vale anche per coloro che fumano.

Come antibiotico naturale invece aiuta a contrastare molti batteri e virus, questo sempre grazie alla presenza di allicina, che ancora una volta ricordiamo che quando l’aglio viene cotto perde tutta la sua potenza. In più ha anche funzioni antibatteriche.

Le proprietà antiossidanti inoltre combattono i dannosi effetti che possono provocare i radicali liberi, che sono la causa principale dell’invecchiamento precoce delle cellule.

Mangiato a stomaco vuoto aiuta a regolare la pressione sanguigna e abbassa i livelli di colesterolo cattivo nel sangue ed ha effetti benefici anche su tutto l’apparato cardiovascolare diminuendo il rischio di malattie che riguardano il cuore.

Depura il fegato e la vescica, aiutando anche in modo sensibile la digestione e la flora intestinale quando mangiato crudo. Infine è perfetto per combattere i malanni stagionali come il raffreddore e l’influenza, perchè previene le infiammazioni.

Va comunque mangiato con moderazione, infatti basta uno spicchio tagliato a metà che si lascia riposare per circa una quindicina di minuti prima di ingerirlo accompagnato da un poco di acqua. I medici consigliano di mangiarne un paio di spicchi alla settimana ed il motivo è semplice.

Un abuso può portare ad alcune controindicazioni come l’irritazione delle pareti intestinali e del tubo digerente. Il suo consumo è sconsigliato a coloro che soffrono di ulcera, gastrite ed anemia, logicamente anche i soggetti allergici a questo alimento devono farne a meno.

aglio