La pressione alta, o ipertensione, può essere ridotta senza necessariamente ricorrere ai farmaci. In molti casi, basta correggere alcune cattive abitudini per abbassare i livelli di pressione. La pressione arteriosa è la forza che il sangue esercita sulle arterie e si divide in pressione diastolica (minima) e pressione sistolica (massima). Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, i valori ideali della pressione diastolica dovrebbero essere compresi tra 60 e 80, mentre quelli della pressione sistolica tra 90 e 120.

Quando la pressione diastolica supera i 90 e la pressione sistolica supera i 140, si è in presenza di ipertensione. Questa condizione è comune, soprattutto tra le persone di età superiore ai 50 anni. La pressione alta può portare a ictus e infarti, poiché il cuore e le arterie sono costantemente sottoposti a uno sforzo maggiore. È importante prendere sul serio la pressione alta e adottare le giuste misure per abbassarla.

Esistono diverse possibili cause della pressione alta, alcune delle quali possono essere controllate e altre no. L’età è un fattore che può influire sull’aumento della pressione arteriosa. Molte persone sopra i 65 anni hanno la tendenza ad avere la pressione alta e, se si cercano di abbassarla con i farmaci, possono sperimentare giramenti di testa e svenimenti. Inoltre, la pressione alta può essere ereditaria in alcuni casi.

Tuttavia, spesso è il nostro stile di vita scorretto a causare l’ipertensione. L’obesità, il fumo, la sedentarietà, il diabete, il colesterolo alto e l’eccesso di alcol sono tra le principali cause dell’ipertensione. Questi fattori sono spesso collegati a una dieta ipercalorica e ricca di zuccheri e grassi. È possibile agire su questi fattori per riportare la pressione arteriosa ai livelli normali, senza necessariamente ricorrere ai farmaci.

Innanzitutto, è importante consultare un medico per rivedere la propria alimentazione e tornare al peso forma. Una dieta equilibrata e ricca di frutta, verdura e cereali integrali può contribuire a ridurre la pressione arteriosa. È anche consigliabile ridurre il consumo di sale e limitare l’assunzione di cibi trasformati, che spesso contengono elevate quantità di sodio.

In secondo luogo, l’attività fisica regolare può aiutare a ridurre la pressione alta. Una semplice camminata di 30 minuti al giorno può fare la differenza. L’esercizio fisico migliora la circolazione sanguigna, rafforza il cuore e aiuta a mantenere un peso sano. È importante scegliere un’attività che piace e che si può praticare costantemente nel tempo.

Inoltre, è consigliabile ridurre il consumo di alcol e smettere di fumare. L’alcol e il fumo possono aumentare la pressione arteriosa e danneggiare il sistema cardiocircolatorio. Ridurre o eliminare queste abitudini può avere un impatto significativo sulla salute e sulla pressione sanguigna.

Infine, è importante gestire lo stress. Lo stress può contribuire all’aumento della pressione arteriosa. È possibile adottare diverse tecniche di gestione dello stress, come la meditazione, lo yoga o l’attività fisica. Anche il riposo adeguato e una buona qualità del sonno possono aiutare a ridurre lo stress e a mantenere la pressione arteriosa sotto controllo.

In conclusione, la pressione alta può essere ridotta senza necessariamente ricorrere ai farmaci. È importante identificare le cause della propria ipertensione e adottare le giuste misure per correggerle. Una dieta equilibrata, l’esercizio fisico regolare, il controllo del peso, la riduzione del consumo di alcol e il gestire lo stress possono contribuire a mantenere la pressione arteriosa sotto controllo. È consigliabile consultare un medico per un’adeguata valutazione e per ricevere consigli personalizzati.
Continua a leggere su MediaTurkey: Ecco da cosa può dipendere la pressione arteriosa: cause e rimedi