La melatonina, conosciuta anche come “ormone del sonno”, svolge un ruolo fondamentale nella regolazione del ritmo circadiano e nel favorire un sonno di qualità. Sorprendentemente, le mele, oltre ad essere un frutto gustoso, potrebbero contribuire significativamente all’aumento dei livelli di melatonina nel corpo.

Le mele contengono naturalmente melatonina, ma la loro principale contribuzione potrebbe derivare dalla presenza di antiossidanti e nutrienti specifici che supportano la produzione di questo prezioso ormone del sonno. Consumare mele regolarmente, soprattutto la sera, potrebbe essere parte di una strategia più ampia per migliorare la qualità del sonno.

Le mele sono una fonte di fibre, che contribuiscono a mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue e prevengono picchi glicemici durante la notte. Gli zuccheri naturali presenti nelle mele forniscono un rilascio graduale di energia, evitando risvegli improvvisi causati da fluttuazioni glicemiche.

Gli antiossidanti presenti nelle mele, come la quercetina, possono svolgere un ruolo chiave nella regolazione del ritmo circadiano. Questi composti possono aiutare a sincronizzare l’orologio biologico interno, facilitando una transizione più fluida verso il sonno quando consumati durante la serata.

La pectina, una fibra solubile abbondante nelle mele, può influenzare positivamente la flora intestinale. Uno stomaco sano è fondamentale per la produzione di melatonina e la pectina può essere un prezioso alleato per il sistema digestivo, facilitando una notte tranquilla.

Per integrare le mele nella routine serale, si può consumare una mela come spuntino leggero a metà serata. Tagliata a fette o mangiata intera, la mela offre una combinazione di dolcezza e croccantezza. Preparare uno smoothie con succo di mela naturale e aggiungere spezie come la cannella, che ha anche proprietà rilassanti, può essere una deliziosa bevanda serale. In alternativa, si può cucinare una mela al forno, condita con un filo di miele e noci, che non solo soddisferà il desiderio di dolcezza, ma fornirà anche nutrienti aggiuntivi per il sonno. Infine, si può introdurre le mele nelle ricette della cena, come insalate con frutta fresca o piatti a base di pollo e mele, per includere creativamente questo frutto nella dieta serale.

Mangiare mele ogni sera per aumentare i livelli di melatonina può far parte di una strategia olistica per migliorare la qualità del sonno. Tuttavia, è importante sottolineare che il riposo notturno è influenzato da diversi fattori, tra cui la routine del sonno, l’ambiente e lo stile di vita. Integrare le mele nella routine serale è solo uno dei molti passi che si possono fare per favorire un sonno riposante. Prima di apportare cambiamenti significativi alla propria dieta o stile di vita, è sempre consigliabile consultare un professionista della salute per valutare le proprie esigenze individuali. Sorseggiare saggiamente e godersi notti serene con il potere delle mele!
Continua a leggere su 33Salute.it: Come mangiare le mele tutte le sere per aumentare la melatonina –