La ricetta della costoletta alla valdostana inizia con il taglio a fette di mezzo centimetro di prosciutto e fontina. Successivamente si procede con la pulizia dell’osso dalla carne, scalzando la carne dall’osso e aprendola a libro con un coltello affilato. La carne viene poi battuta leggermente con un batticarne inumidito per ottenere uno spessore di circa 0,5 cm e farcita con fette di fontina e prosciutto. Dopo aver aggiunto gli ingredienti, si chiude la carne e si batte nuovamente con il batticarne inumidito. Per la panatura, si sbattono le uova in un piatto ampio e si versa il pangrattato in un altro piatto. La carne viene salata e pepata da entrambi i lati, poi passata prima nelle uova e poi nel pangrattato, assicurandosi di panare uniformemente entrambi i lati.

Si procede con una doppia panatura, passando nuovamente la costoletta nelle uova e nel pangrattato per sigillare bene gli ingredienti, soprattutto sui bordi. Il burro chiarificato viene versato in una padella antiaderente e, una volta fuso e a temperatura, si cuoce una costoletta alla volta fino a doratura da entrambi i lati, circa 18 minuti in totale. Le costolette vengono poi scolate su carta assorbente e fatte riposare per circa 5 minuti in modo che i succhi si ridistribuiscano. Infine, vengono condite con fiocchi di sale e servite, magari accompagnate da patatine fritte o al forno o verdure saltate.

La preparazione della costoletta alla valdostana richiede precisione e attenzione nei passaggi, dalla scelta degli ingredienti alla panatura e cottura della carne. È importante seguire attentamente le istruzioni per ottenere una carne morbida e saporita, con un cuore filante di formaggio e prosciutto. La doppia panatura permette di creare una crosta croccante e dorata, che sigilla gli ingredienti e trattiene i succhi durante la cottura. Il burro chiarificato conferisce un sapore ricco e avvolgente alla carne, che si completa con un pizzico di sale per esaltare i sapori.

La presentazione della costoletta alla valdostana è fondamentale per un risultato appetitoso e invitante. Si consiglia di servire le costolette appena cotte, in modo che il formaggio filante mantenga la sua consistenza e il prosciutto conservi il suo sapore intenso. L’aggiunta di patatine fritte o al forno o verdure saltate come contorno completa il piatto, offrendo un equilibrio di sapori e consistenze. La costoletta alla valdostana è un piatto ricco e sostanzioso, ideale per un pranzo o una cena speciale, da gustare in compagnia di amici e familiari.

In conclusione, la costoletta alla valdostana è una deliziosa preparazione che unisce la morbidezza della carne alla filantezza del formaggio e all’intensità del prosciutto. La sua panatura croccante e dorata, unita al burro chiarificato e al pizzico di sale, conferiscono al piatto un sapore irresistibile. Servita con contorni di patatine o verdure, la costoletta alla valdostana è un piatto completo e appagante, perfetto per occasioni speciali e per deliziare il palato di chiunque lo assaggi. Buon appetito!
Le ricette sono pubblicate quotidianamente sul Canale Ricette “Il Tarantino”.

Approfondimenti

Ricette del Convento
Ricette a Tavola con Csaba
Ricette Fatto in casa per Voi
Ricette Giusina in Cucina
Ricette Luca Pappagallo
Ricette Cucina Economica
Ricette Uno Chef in fattoria